Salta al contenuto

Benvenuti nella sezione

dedicata alle Borse di studio

"Fondo unico per il Diritto allo Studio"

 

Borse di studio "Fondo unico per il Diritto allo Studio" è una iniziativa del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per il contrasto alla dispersione scolastica e il potenziamento del Diritto allo Studio, dedicata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado con reddito basso. 

Gli studenti beneficiari sono stati individuati dalle rispettive Regioni tramite apposito Bando o anche sulla base di graduatorie già esistenti e finalizzate all'erogazione di analoghi benefici. 

 

 


 

Erogazione delle Borse di studio a.s. 2018/2019

Al fine di consentire l'erogazione delle borse di studio entro i termini più brevi, sono già disponibili fino al 31 dicembre 2019 presso gli uffici postali le borse di studio per gli studenti individuati dalle seguenti Regioni:

  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Friuli - Venezia Giulia
  • Emilia - Romagna
  • Lazio
  • Liguria
  • Marche
  • Molise
  • Sardegna
  • Toscana
  • Umbria
  • Veneto 

Le borse di studio per le rimanenti Regioni saranno successivamente erogate con tempistiche che verranno prossimamente pubblicate all'interno di questa stessa pagina web.

Per ritirare la borsa di studio è necessario recarsi presso qualsiasi Ufficio Postale senza necessità di utilizzare o esibire la Carta dello Studente IoStudio, ma semplicemente richiedendo all'operatore di sportello di incassare un "Bonifico domiciliato" erogato dal MIUR. Si prega di continuare a leggere con attenzione le informazioni riportate di seguito.


 

Dettagli sulle modalità di riscossione delle Borse di studio per gli studenti minorenni

Per gli studenti beneficiari minorenni è necessario che un genitore che esercita la responsabilità genitoriale o chi ne fa le veci, si rechi in Ufficio Postale munito di:

  • dell'originale del proprio documento di identità in corso di validità, ciò per l'identificazione;
  • dell'originale del proprio codice fiscale;
  • dell'originale del documento di identità in corso di validità dello studente beneficiario della borsa di studio;
  • dell'originale del codice fiscale dello studente beneficiario della borsa di studio;
  • copia compilata della dichiarazione sostitutiva (clicca qui per scaricare la dichiarazione sostitutiva) da firmare esclusivamente davanti all'operatore dell'ufficio postale.

La dichiarazione sostitutiva è necessaria per auto-dichiarare l'idoneità ad esercitare l'atto di riscossione della borsa di studio in qualità di soggetto esercente la responsabilità genitoriale.

NB. SOLO PER I TUTORI/CURATORI: è necessario esibire a sportello il provvedimento di nomina dell'eventuale tutore/curatore, in copia autentica, per incasso richiesto da soggetto che esercita la rappresentanza legale, per verificare l'idoneità ad esercitare l'atto di riscossione della borsa di studio in qualità di soggetto esercente la rappresentanza legale.


 

Dettagli sulle modalità di riscossione delle Borse di studio per gli studenti maggiorenni

Per gli studenti beneficiari maggiorenni, è sufficiente che il beneficiario si presenti in un qualsiasi Ufficio Postale munito di documento d'identità in corso di validità e del proprio codice fiscale, comunicando all'operatore di sportello di dovere incassare una borsa di studio erogata dal MIUR attraverso un "Bonifico domiciliato". Non sono ammesse deleghe ad altri soggetti per la riscossione del contributo economico.


 

Per assistenza  Contatta la Redazione di IoStudio 

Informativa sul trattamento dei dati personali